Luciano Ligabue: Biografia e Discografia

Luciano Ligabue

Classe 1960, di Correggio, Reggio Emilia, Luciano Ligabue (chiamato anche semplicemente Ligabue o Liga) è uno degli artisti più amati dal pubblico e apprezzati dalla critica del panorama musicale italiano di sempre. Cantante e autore delle proprie canzoni, all’immediato successo del primo disco, intitolato semplicemente Ligabue (1990), ha fatto seguire 12 album (fra inediti, live, colonne sonore e raccolte), ognuno dei quali consacrato al successo da brani entrati direttamente nel cuore di più di una generazione. L’energia che riversa sul palco, e che gli è restituita moltiplicata dai fan che affollano i suoi concerti, lo ha reso grande protagonista della scena live; spettacoli esauriti ovunque su e giù per l’Italia, e, nel 2005, l’imponente evento al Campovolo di Reggio Emilia: 180.000 persone, il più grande concerto di sempre in Europa per numero di paganti. Autore di tre libri e di due film, anch’essi molto apprezzati da pubblico e critica, ha due figli e vive a Correggio.

Cronologia

1987 – Nel 1987 Luciano si esibisce per la prima volta pubblicamente con un gruppo, Ligabue e Orazero; il repertorio è già composto interamente da canzoni scritte da lui. Fin dall’inizio lo affianca l’amico e manager Claudio Maioli. Grazie alla vittoria in un paio di concorsi musicali per esordienti, realizza le sue prime incisioni: due canzoni su un 45 giri ed un’altra all’interno di una compilation. Pierangelo Bertoli intanto inserisce in due suoi album le canzoni “Sogni di rock’n’roll” e “Figlio d’un cane”, testi e musica di Ligabue. Entrambi i dischi sono prodotti da Angelo Carrara che di lì a poco deciderà di produrre anche il primo album di Luciano.

1990 – “Ligabue” esce per la WEA (il singolo di lancio è “Balliamo sul mondo”) e diventa ben presto uno degli album d’esordio di maggior successo di sempre. A novembre parte quello che diventerà il “Neverending Tour” (quasi 300 concerti in poco più di due anni).

1991 – Esce “Lambrusco coltelli rose & pop corn”, che conferma tutta la forza di una proposta musicale con caratteristiche di novità importanti. Infatti il rock del “Liga” (come è stato subito soprannominato dai fan) proposto in italiano, con melodie, armonie, sapori, temi e ambientazioni assolutamente nostri, viene affiancato da strumenti (violino, fisarmonica, cori alpini) tipici della nostra tradizione.

1992 – Continua incessante l’attività live; il “Neverending Tour” prosegue nella versione “Lambrusco” per tutto l’anno.

1993 – A gennaio esce “Sopravvissuti e sopravviventi”, album dalla produzione ambiziosa e decisamente diverso dai primi due. Non particolarmente apprezzato al momento dell’uscita, è diventato, nel tempo, un best-seller nonché uno dei più apprezzati dalla critica. In luglio Luciano apre i concerti degli U2 a Torino e a Napoli.

1994 – Esce “A che ora è la fine del mondo?”, un cd composto da “schegge sparse” che per qualche motivo non sono entrate negli album precedenti. Luciano inoltre contribuisce a fondare l’etichetta Mescal, che produce i primi album di La Crus, Massimo Volume, Modena City Ramblers e Stefano Belluzzi; la lascerà due anni dopo a causa dei molteplici impegni legati alla sua carriera artistica.

1995 – Esce “Buon Compleanno Elvis” che, trascinato dal clamoroso successo di “Certe notti”, raggiunge il primo posto in classifica.

1996 – “Buon Compleanno Elvis” raggiunge traguardi straordinari: più di un milione di copie vendute, 70 settimane di presenza in classifica, e innumerevoli premi e riconoscimenti.

1997 – Dopo l’enorme successo di “Buon Compleanno Elvis”, e l’esaltante tournèe che ne è seguita, viene pubblicato “Su e giù da un palco”, con registrazioni dal vivo e 3 inediti. E’ il primo disco dal vivo di un artista italiano a raggiungere il milione di copie. A maggio esce “Fuori e dentro il borgo”, raccolta di quarantatré racconti che sorprende pubblico e addetti ai lavori e vince premi tra i più importanti del settore. Ligabue suona per la prima volta a San Siro e stabilisce un nuovo record di presenze: 110.000 spettatori.

1998 – Luciano accetta la “folle richiesta” di dirigere un film basato sui racconti di “Fuori e dentro il borgo”. Il 13 settembre “Radiofreccia” viene presentato fuori concorso al Festival del Cinema di Venezia. Il film sarà accolto al botteghino con risultati straordinari e riceverà prestigiosi riconoscimenti in Italia e all’estero, diventando un vero e proprio cult movie. In ottobre esce la colonna sonora, presentata con il singolo “Ho perso le parole”.

1999 – Esce “Miss Mondo” album che sorprende chi si aspettava un seguito a “Buon Compleanno, Elvis” ma che raggiunge un ottimo successo. Luciano, inoltre, insieme a Jovanotti e Piero Pelù realizza “Il mio nome è mai più”, canzone contro le cinquantadue guerre in corso nel mondo. Con i proventi delle vendite del singolo (interamente devoluti in beneficenza) Emergency inaugura un ospedale in Afghanistan e comincia a costruirne un altro in Sierra Leone. Il “Miss Mondo Tour” dura due mesi e si conclude con 39 concerti e 300.000 presenze al suo attivo.

2000 – Il tour estivo “1990-2000: 10 anni sulla mia strada” celebra gli anni trascorsi dal primo album con 20 tappe negli stadi italiani più importanti.

2001 – In estate si tengono le riprese di “Da zero a dieci”. Il secondo film di Luciano arriverà nelle sale nel febbraio dell’anno successivo, con una buona accoglienza sia di critica che di pubblico; sarà proiettato, applauditissimo, fuori concorso al Festival di Cannes.

2002 – Esce “Fuori come va?”, nuovo album di inediti che contiene due brani utilizzati in “Da zero a dieci”: “Questa è la mia vita” e “Libera uscita”. Dal disco (che resta circa un anno in classifica) vengono estratti ben cinque singoli; il relativo tour raggiunge la cifra totale di 400.000 spettatori durante i 17 concerti estivi. A ottobre parte un nuovo progetto live: due spettacoli diversi in ogni città, il primo in teatro e il secondo nel palasport.

2003 – Per documentare il tour in teatro e la veste particolare che le canzoni hanno assunto in quell’ambito esce il live “Giro d’Italia”. Trascinato dalla nuova versione di “Piccola stella senza cielo”, l’album diventa il best-seller di Natale.

2004 – Esce il primo romanzo di Luciano, “La neve se ne frega”, (Feltrinelli), capace, con vendite che sfiorano le 200.000 copie, di imporsi all’attenzione non solo degli appassionati.

2005 – A luglio Luciano partecipa, voce e chitarra, a Roma, al “Live 8”. A settembre esce il nuovo disco “Nome e Cognome”, preceduto dal singolo “Il giorno dei giorni” e dallo straordinario concerto tenuto al Campovolo di Reggio Emilia davanti a un pubblico record.

2006 – Nel corso dell’anno Luciano suona nei club, nei palasport, negli stadi e infine nei teatri, registrando ovunque il tutto esaurito. I 5 singoli dell’album “Nome e cognome” conquistano tutti a turno il primo posto nelle classifiche. A ottobre esce per Einaudi una raccolta di 77 poesie, “Lettere d’amore nel frigo”. Luciano “regala” ad Elisa la canzone “Gli ostacoli del cuore”, e duetta con lei sul finale. E’ la prima volta che Ligabue scrive per un’interprete femminile.

2007 – Esce “Primo Tempo”, prima parte del “best of” (6 settimane al primo posto in classifica). “Niente paura”, il singolo inedito che lo accompagna, entra direttamente al primo posto della classifica del Music Control e rimane in vetta per 14 settimane consecutive. Tra novembre e dicembre si sviluppa il tour-evento “L7”, 14 concerti nei due palasport più importanti d’Italia (7 a Roma + 7 a Milano) tutti esauriti in prevendita.

2008 – In aprile Luciano si esibisce in 9 città europee; l’European Tour/08 registra il sold out praticamente ovunque. Il 30 maggio esce “Secondo Tempo” che va a completare il primo “best of” di Ligabue in 20 anni di carriera. In estate Luciano torna sui palchi di 8 grandi stadi italiani, compresi il San Siro di Milano e l’Olimpico a Roma. A settembre all’Arena di Verona propone per ben sette sere -tutte sold out- uno spettacolo unico: “Sette Notti all’Arena – Orchestra & Rock’n’Roll”. Con lui sul palco, oltre alla band, 70 maestri d’orchestra, per piu’ di due ore di concerto con i brani del Liga interamente riarrangiati. Ad ottobre Luciano firma il brano “Io posso dire la mia sugli uomini”, singolo di lancio del nuovo album di Fiorella Mannoia. Il 16 e 17 novembre torna in teatro per un paio di concerti benefici esibendosi Voce e Chitarra.

2009 – Il 21 aprile Luciano aderisce al progetto benefico “Artisti Uniti per l’Abruzzo” interpretando insieme ad oltre 50 grandi nomi della musica italiana il brano “Domani 21/04.09”. L’attività live di Luciano riprende con una serie di concerti in quattro capitali europee; per la prima volta nella sua carriera si esibisce all’Olympia di Parigi, registrando il tutto esaurito in prevendita.

Il 5 giugno esce il CD-DVD “Sette notti in Arena”, testimonianza dell’energia sprigionata da Ligabue negli straordinari concerti dell’anno scorso nell’anfiteatro lirico veronese accompagnato dalla band e dall’Orchestra dell’Arena di Verona diretta da Marco Sabiu.

Dal 19 settembre al 4 ottobre, Ligabue tiene 10 concerti all’Arena di Verona tutti sold-out in prevendita. I primi due show “solo rock ‘n’ roll” fanno parte di un grande progetto di solidarietà a favore della regione Abruzzo gravemente colpita dal terremoto lo scorso aprile. Gli altri 8 spettacoli sono realizzati, come lo scorso anno ma con scalette e arrangiamenti differenti, insieme ai 70 elementi dell’Orchestra dell’Arena di Verona diretta dal Maestro Marco Sabiu.

Il 16 novembre, Ligabue tiene un concerto per voce e chitarra a scopo benefico presso il Teatro Comunale di Bologna. Lo spettacolo, organizzato dal FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano), ha come scopo la raccolta fondi per la valorizzazione e la tutela dell’arte e della natura italiane.

2010 – Il 6 gennaio, barMario (fan club ufficiale di Ligabue) organizza a Modena il 14° Raduno dei propri iscritti. Oltre a rispondere alle curiosità dei fan, Luciano suona e canta per un intero pomeriggio facendosi accompagnare da tutte le band che hanno collaborato con lui in 20 anni di carriera. La scaletta dello speciale concerto è interamente decisa dai fan che hanno votato i loro brani preferiti attraverso il sito del barMario.

Il 7 gennaio Ligabue entra in studio di registrazione insieme al produttore Corrado Rustici per la lavorazione al nuovo album di inediti.

Il 15 aprile è “Ligabue Day”: in oltre 100 cinema italiani viene proiettato infatti, per la prima volta, il concerto soldout che Luciano ha tenuto allo Stadio Olimpico di Roma nell’estate 2008. Lo spettacolo, girato in Full HD con audio dolby surround 5.1, viene proposto in contemporanea via satellite a “schermi unificati” ed è preceduto da un collegamento in diretta con Correggio dove Ligabue dal suo studio introduce lo show e propone in anteprima l’ascolto di “Un colpo all’anima”, singolo entrato direttamente ai vertici delle classifiche radio e di vendita online, che anticipa l’uscita del suo nuovo album, in uscita l’11 maggio, intitolato “Arrivederci, Mostro!”.

11 maggio: esce Arrivederci, Mostro!, nono album di inediti, 6 settimane al primo posto e disco multiplatino. Per la prima volta nella sua carriera Ligabue non appare come produttore, ruolo interamente affidato a Corrado Rustici.

L’8 luglio parte Ligabue: Stadi 2010. Il Tour registra il sold out per tutti e 13 i concerti tenuti in 11 stadi (doppie date a San Siro e per la prima volta nella sua carriera all’Olimpico di Roma). A chiusura delle date, il giro di concerti viene decretato Tour dell’Anno.

29 luglio: Ligabue ritira il “Premio Truffaut” nell’ambito del prestigioso Festival di film per ragazzi di Giffoni (SA).

5 settembre: Ligabue è tra i protagonisti della 67ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia dove viene proiettato nella sezione “fuori concorso” il film documentario di Piergiorgio Gay “Niente Paura – Come siamo, come eravamo e le canzoni di Luciano Ligabue”.

Il 15 novembre Ligabue è tra i protagonisti della seconda puntata della trasmissione tv “Vieni Via Con Me” con Fabio Fazio e Roberto Saviano in cui esegue Buonanotte all’Italia e legge pensieri, annotazioni e sensazioni di una coppia albanese sbarcata nel 1991 in Puglia. Il programma viene seguito da oltre 9 milioni di telespettatori.

Il 23 novembre Ligabue viene ricevuto al Quirinale per ricevere l’ambito Premio Vittorio De Sica dalle mani del Presidente Della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano.

Il 30 novembre esce Arrivederci, Mostro! (Tutte le facce del mostro), un elegante e ricco cofanetto con 2 cd e 1 dvd: l’album elettrico, le 12 canzoni riarrangiate, prodotte e ricantate in chiave acustica da Ligabue che suona tutti gli strumenti e il dvd che propone anch’esso i 12 brani, stavolta in versione live, raccontati attraverso le più belle immagini delle date estive negli stadi, oltre a contenuti extra con immagini backstage e interviste.

3 dicembre: il grande successo e l’incessante richiesta da parte del pubblico “costringono” Ligabue e gli organizzatori a riproporre il formidabile show estivo degli stadi in versione indoor nei palasport: altri 12 concerti soldout in prevendita!

2011 – Il 22 gennaio parte Ligabue – Quasi Acustico, tour teatrale che si compone di 28 concerti nei principali teatri di 20 località con la particolarità che a Milano, Roma, Firenze, Torino e Napoli si sono tenuti più concerti ma in teatri diversi della stessa città. Per la prima volta, lo storico Teatro San Carlo di Napoli apre le porte al rock. L’intero tour va sold out in prevendita.

L’11 marzo è lo stesso Ligabue, con un diario di bordo online, ad annunciare ufficialmente CAMPOVOLO 2.0, una grande festa di musica (e non solo) unica e imperdibile che si terrà sabato 16 luglio a Reggio Emilia. Sarà l’unico appuntamento elettrico dal vivo di Ligabue nel 2011. A più di un mese dall’evento, i 100.000 biglietti a disposizione vanno sold out. Gli organizzatori decidono così di accontentare almeno una piccola parte delle numerosissime richieste, mettendone in vendita altri 10.000.

Il 23 marzo è nuovamente Ligabue Day al cinema. In oltre 180 sale cinematografiche (quasi il doppio di quelle dello scorso anno) viene proiettata la nuova, esclusiva ed inedita versione del meglio delle riprese realizzate in tutte le date del tour “Stadi 2010”: 2 ore di concerto con la scaletta di brani che ha elettrizzato e fatto ballare centinaia di migliaia di fan in 16 memorabili date sold out.

Il 12 aprile, al Parlamento Europeo di Bruxelles viene proiettato il film Niente Paura. Dopo il lungometraggio Ligabue siede tra i banchi accanto agli europarlamentari Rita Borsellino e David Sassoli e al regista Piergiorgio Gay per un dibattito sul futuro dell’Italia, di fronte a una platea di un gruppo di giovani dell’Associazione Liberi Tutti.

Il 4 maggio, al CPM Music Institute di Milano, Ligabue riceve il Diploma Honoris Causa conferitogli per lo spessore del profilo artistico unito all’originalità, all’impegno e alla coerenza dimostrata durante tutta la sua carriera.

Il 27 maggio, sul palco dell’Arena di Verona, Ligabue è tra i protagonisti dei Wind Music Awards 2011. Il suo album “Arrivederci, Mostro!” viene premiato per le vendite con il multiplatino e riceve il riconoscimento del pubblico sia per l’album dell’anno che per il singolo dell’anno “Un colpo all’anima”.

Il 16 luglio 120.000 persone assistono a Campovolo 2.0, il concerto-evento sold-out di Ligabue che suona e canta per quasi 3 ore su un palco di 90 metri, affiancato da tutti i musicisti che lo hanno accompagnato in tour dal 1990 ad oggi. Tra i 31 brani in scaletta ne vengono presentati due inediti. Campovolo 2.0 è una vera e propria festa cominciata in realtà il 15 luglio con iniziative di intrattenimento e solidarietà, culminata la sera del 16 con il concerto del Liga e terminata domenica 17 a Correggio con il “Dopo Campovolo”. L’evento ha un successo straordinario di critica, pubblico e “Sound & Lite” (la più autorevole rivista di settore) lo definisce “grandioso e gestito in maniera impeccabile sotto ogni punto di vista”.

Il 20 ottobre il Club Tenco ufficializza l’assegnazione del prestigioso Premio Tenco a Ligabue per l’album “Arrivederci, Mostro! in acustico”. Sabato 12 novembre Ligabue è sul palco del Teatro Ariston di Sanremo per ritirare il riconoscimento, esibendosi in un set eccezionale e inedito, pensato ad hoc per la rassegna.

Il 22 novembre esce nei negozi e nei digital store il triplo album live “Campovolo 2.011” con l’intero concerto del 16 luglio e 3 brani extra registrati in studio.

Il 7 dicembre esce al cinema, in 300 sale, “Ligabue 3D”, il film di Campovolo 2.0 con immagini in 3D del Liga, dei musicisti, del pubblico e dell’evento.

Luciano Ligabue: Sito UfficialeWikipedia

Discografia

  • 1990 – Ligabue
  • 1991 – Lambrusco coltelli rose & popcorn
  • 1993 – Sopravvissuti e sopravviventi
  • 1994 – A che ora è la fine del mondo?
  • 1995 – Buon compleanno Elvis
  • 1997 – Su e giù da un palco
  • 1998 – Radiofreccia
  • 1999 – Miss Mondo
  • 2002 – Fuori come va?
  • 2003 – Giro d’Italia
  • 2005 – Nome e cognome
  • 2007 – Primo tempo
  • 2008 – Secondo tempo
  • 2009 – Sette notti in Arena
  • 2010 – Arrivederci, Mostro!
  • 2011 – Campovolo 2.011
  • 2013 – Mondovisione
  • 2015 – Giro del mondo

Lascia un commento