The Beatles: Rubber Soul (album)

The Beatles - Rubber Soul - cover album
The Beatles – Rubber Soul – cover album

Artista: The Beatles
Album: Rubber Soul (3 dicembre 1965)

Rubber Soul è un album dei Beatles pubblicato nel 1965, quando il gruppo di Liverpool era al culmine della popolarità. È il primo disco dei Beatles a non riportare il nome del gruppo sulla copertina.

La classifica dei 500 migliori album di tutti i tempi stilata dalla rivista Rolling Stone lo colloca al quinto posto.

Nella discografia dei Beatles, Rubber Soul è considerato uno degli album più curati sul piano tecnico e uno dei più innovativi dal punto di vista musicale, e c’è chi vi ravvisa il raggiungimento della maturità artistica del gruppo inglese. Ritenuto l’anello di raccordo fra la musica ancora legata a quella degli esordi di Help! e lo sperimentalismo di Revolver, Rubber Soul rappresenta indiscutibilmente un salto di qualità nella produzione beatlesiana per la maggiore ricchezza e pienezza del suono ma anche perché i quattro Beatles cominciavano in quel periodo ad acquisire maggiore consapevolezza e coinvolgimento delle fasi tecniche di registrazione e di missaggio. (it-wikipedia, en-wikipedia)

Rubber Soul – album track listing

  1. Drive My Car
  2. Norwegian Wood
  3. You Won’t See Me
  4. Nowhere Man
  5. Think for Yourself
  6. The Word
  7. Michelle
  8. What Goes On
  9. Girl
  10. I’m Looking Through You
  11. In My Life
  12. Wait
  13. If I Needed Someone
  14. Run for Your Life

Recensioni

Ancora una volta, il forsennato ritmo imposto da Brian Epstein e George Martin (4 singoli e 2 album all’anno) incide pesantemente sul risultato finale, causando l’inclusione di brani che i Beatles avrebbero certamente preferito non utilizzare. In una buona metà delle canzoni, tuttavia, la loro evoluzione verso una nuova direzione artistica, cercata a tentoni nei due LP precedenti, è affrontata con nuova sicurezza e ritrovata coerenza. (PepperLand)

Nel 1965, le radio erano in fermento con singoli innovative come “(I Can not Get No) Satisfaction” e “Like a Rolling Stone”. Quel dicembre, i Beatles sfidarono i loro coetanei a testa alta con Rubber Soul, una collezione sorprendente che conserva l’attenzione pop del precedente LP della band, mentre introduce a raffinatezze e profondità ritrovate. Il produttore George Martin ha descritto Rubber Soul come “il primo album che presenta al mondo una nuova crescita dei Beatles”, e così è stato. (Rolling Stone)